Bedtime Stories

Finchè hai avuto tre anni e mezzo, hai sempre vissuto il contatto fisico come una costrizione negativa, un fastidio insopportabile.
Ora aspetti che la sera la piccola si accoccoli tra le mie braccia, con la schiena contro il mio torace, e il respiro che le scompiglia i capelli mentre lei si lascia addormentare sorridendo. Poi sorridi, mentre la metto nel suo lettino, aspettando il momento in cui ci ributteremo nel letto, e tu mi puoi abbracciare, infilando i tuoi piedini caldi in mezzo alle mie ginocchia. Mi guardi, sorridi beffardo sapendo che sarò tutta tua, e chiudi gli occhi, pregustando il riposo.
Sino al mattino, ti attacchi a me come una cozza allo scoglio, e se ti svegli giochi con i miei capelli per riaddormentarti da solo. Al mattino apri un occhio, a metà, l’angolo sinistro della tua bocca si atteggia a sorriso mentre ti dico che è ora di andare a scuola. Mi prendi il braccio con forza, ti fai abbracciare stretto stretto, con il viso premuto sul mio petto e mi cingi anche con le gambe per non farmi andare via. Il mio giorno si illumina.
Grazie per darmi tutto questo, Alexander, è un’abitudine che la tua mamma ha preso molto volentieri…

Written by:

Mamma, webmaster, grafica, drogata di motori e felide bastarda.

5 Comments

  1. erica
    19 febbraio 2009
    Reply

    Grazie, perchè le tue parole sono preziose, grazie perchè leggendoti mi commuovo e penso a quante volte perdo la pazienza, sono nevrotica ed insofferente vs i MIEI figli.
    Grazie, perchè questa sera ai capricci risponderò con un sorriso e grazie perchè non mi peserà quando mi cercheranno entrambi allo stesso momento,mi sentirò solo più importante.GRAZIE perchè quando mi mancheranno le forze e le energie penserò a TE. GRAZIE
    Erica

  2. Linda
    20 febbraio 2009
    Reply

    boh.. sei riuscita a farmi piangere come non lo facevo da una vita… di gioia immensa…
    bellissime le tue parole…. bellissime le sensazioni che mi hai fatto provare…
    bellissimo sarà il momento che ritornerò a casa ad abbracciare il mio bimbo…
    grazie…
    un bacio
    linda

  3. Sbazze
    23 febbraio 2009
    Reply

    Che bello, si… nel weekend ne ho approfittato pure io per tenere il mio piccolo accanto a me, la mattina, prima che si svegliasse e guardarlo con amore.

  4. 25 febbraio 2009
    Reply

    …e poi dicono che il co-sleeping faccia male…??? :-) E’ davvero meraviglioso sentirseli vicini, vederli come si agitano nel sonno, provare ad immaginare cosa sognano. Qui alla C.F. ormai dormiamo spesso in 4 e vedere i pupi abbracciati l’uno all’altra e stupendo. Certo la mattina non se ne esce proprio riposati ma il cuore come sta bene… ciao T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *