Di già????

Sono di fronte a un problema che credevo avrei dovuto affrontare almeno almeno il prossimo anno. Un problema che pare sia già da ora di difficile risoluzione.

Da quando papà è all’estero, Alexander, nonostante si sia sempre rifiutato di farlo da quando è nato, dorme al posto di Tony, nel lettone. E mangia anche al suo posto a tavola. Conseguentemente, non c’è modo di farlo spostare dalla mia sinistra del letto. Comico, davvero, vedere un tre-enne che la sera si sdraia con le mani incrociate dietro la testa mentre guarda la tv di fianco a mammona prima di addormentarsi, facendo ogni tanto le carezze al pancione contieni-sorella.

Alexander ha un’altra fissazione: odia il fatto che io gli dia la schiena mentre siamo a letto. Perciò mi sdraio sul fianco sinistro, verso di lui, e tutto felice e sorridente si addormenta. Ieri sera però il dramma. Madame Chiara NON tollera che io dorma sul fianco sinistro, devo dormire sul destro, pena un calcio da kicker della NFL che mi ha tolto il respiro due volte in una serata (e siamo solo a 18 settimane, eh?!).

Ho tentato con dolcezza prima e fermezza dopo, di convincere il mio ometto a dormire dall’altro lato del letto, ma pare che in assenza del padre lui debba prenderne il posto senza alcuna deroga. Fatto sta, che ieri notte ho tirato la una e mezzo, con i due fratelli che inconsapevolmente si facevano la prima litigata per il possesso della mamma. Stamattina io ed Alexander eravamo due larve, mi son dovuta buttare sotto la doccia per capire chi fossi e perchè mi stessi alzando dal letto.

Prevedo tempi durissssssimi :D

About Black Cat

Mamma, webmaster, grafica, drogata di motori e felide bastarda.

View all posts by Black Cat →

3 Comments on “Di già????”

  1. già: incredibile come sviluppino il senso del possesso, i piccolini… la mia grande non mi ha mai filato di pezza. quando ha visto sporgere la panza, mi si è incollata addosso, e non me la son tolta più… e adesso son due: però sono molto ragionevoli e devo dire che si intrattengono tanto una con l’altra, per cui, pensavo peggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *