New generation

Discutevo oggi, in un gruppo di concittadini su Facebook, della maleducazione dilagante tra le nuove generazioni.

Fin qui fa molto “Ah Signora mia, ai miei tempi si stava meglio” invece non è così. La cosa che mi fa più imbestialire a livello da dover faticare a trattenermi è che questi episodi non sono minimamente contrastati dagli adulti.

Quindi la big mum con i suoi centoventi figli, che vogliono cogliere i fiori dagli alberi vicino alla scuola, invece di scoraggiarli li alza per farli arrivare meglio a rompere i rami e devastare le piante.

O il signore che accompagna i ragazzini di quarta/quinta elementare (NOVE DIECI ANNI EH!) che li sente dire a una donna “Putt@@a, putt@@a, putt@@a!” e gira la testa dall’altra parte, che in fin dei conti lui è lì ad accompagnarli che gliene frega.

E la nonnina sfiancata di Teodolinda? Sta bambinetta di tre anni già ha un nome (che non è Teodolinda, ma assurdo uguale) atroce, se ne sta per dieci minuti buoni a tirar manate su un muretto di reggi-manifesti in metallo che rimbombano per il raggio di trecento metri, urticando i padiglioni auricolari di ogni essere vivente in attesa che escano i bambini da scuola e lei imperterrita non le dice niente, povera bambina, DEVE ROMPERE I COGLIONI PERCHE’ PICCOLA.

E lì spesso mi trovo a pensare di essere come Joe Black in Alta Fedeltà, immaginando i vari scenari possibili. Quindi prendo la piccola Teodolinda e uso lei e la nonna come cassa di risonanza di sonori schiaffoni. Poi prendo la mammona che fa potare gli alberi gratuitamente e i rami divelti glieli faccio mangiare. E al bambinetto? Gli faccio capire quanto stronza può essere una donna insultata, così la prossima volta ci pensa cento volte prima.

Non è mica giusto che dobbiamo e dovremo vivere in un mondo di maleducati perchè non si educano i bambini, non è giusto. Perchè bambini rispettosi come la mia, saranno sempre messi da parte da questi buzzurri trogloditi, che sgomitano per farsi strada nel mondo e non hanno rispetto più per niente e per nessuno.

Inutile lamentarsi delle nuove generazioni, stiamo tirandoli su noi questi teppisti di merda.

Written by:

Mamma, webmaster, grafica, drogata di motori e felide bastarda.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *