Ogni tanto cogito

…incredibile nevvero?
Rifletto sul web e sulle persone che lo hanno popolato incrociando la mia strada.
Prima di due anni fa non ci capitavo se non per controllare la posta, poi il forum, gli amici conosciuti a Milano, la moderazione dei due loculini dove ho sempre sparato cazzate come qui, e poi il blog, ‘a criatura :)
Ma sono le persone, quelle che meritano i piu’ ampi pensieri, le riflessioni piu’ profonde. Ne ho conosciute di tutti i tipi.
Dall’ipocrita piu’ cinico e schifoso della terra, alla ragazza che sbagli a giudicare la prima volta che la vedi per poi capire che ha una profondita’ d’animo stupefacente.
Dalla casalinga frustrata che si crede la reincarnazione di Jessica Rabbit con tutti i suoi Roger inchinati ai piedi, alla amica con cui litighi in base a prese di posizione reciproche basate su una torre di sabbia asciutta per poi riprendere a parlare come se nulla fosse.
La Signora che osservavi di sghimbescio parlare di argomenti a te lontani e in cui non osavi nemmeno entrare temendo una patetica figura, che dopo pochi mesi scopri essere piu’ vicina della sorella che avresti sempre voluto, e che quando stai male ha talmente tanta vicinanza a te che ti telefona senza saper nulla.
Si fanno errori in rete, si vedono amici in persone che ti tendono la mano, si trascurano altri che invece meriterebbero giorni e giorni dedicati. E’ come nella vita quotidiana, in un grosso ufficio open space, dove snobbi quello tre scrivanie piu’ in la’ senza sapere che e’ quello che ti aiutera’ ad avere la promozione mentre la collega con cui pranzi tutti i giorni e che ti riempie di sorrisi ti inc@#@ra’ a dovere.
Sono errori che si pagano comunque, con la propria coscienza innanzitutto.
Posso ritenermi soddisfatta pero’, le persone che mi hanno conosciuta sanno che gli voglio bene anche se ogni tanto mi autoesilio in contemplazione dell’universo che scivola su una nuvola in movimento.
Anche se le soprese non finiscono mai, si evolvono, ti sconvolgono, ti deludono.
Quanto tempo sprecato, quanta vita persa, tutta esperienza, per l’amor del cielo, ma per me e’ buttata via ugualmente.
Cosi’ ti ritrovi a parlare in sintonia con persone o animali (il Gatto ad esempio) che non hai mai visto e fatichi a riconoscere quelle con cui hai passato serate e weekend.
Altrettanto ti ritrovi a cancellare e defenestrare mesi passati come cazzo lo sai solo tu…
O nella migliore e piu’ appagante delle ipotesi, ti ritrovi la persona piu’ felice del mondo che si sposa tra due mesi con il vecchio amico confidente che si e’ rivelato un uomo meraviglioso, quello che hai sempre voluto e che senza saperlo hai sempre avuto vicino.
Vabbe’, son sempre una Gatta innamorata, e allora?

About Black Cat

Mamma, webmaster, grafica, drogata di motori e felide bastarda.

View all posts by Black Cat →

0 Comments on “Ogni tanto cogito”

  1. e come per magilla, splinder funziona! :rolleyes: a volte bisogna incazzarsi perchè la tecnologia riprenda il suo corso. La odio per questo. Voglio tornare alle palafitte!!! :D

  2. un normale centro assistenza telefonico darebbe il seguente consiglio “accenda e spenga il computer e poi riprovi”. Ho chiesto se dovessi accendere il computer con la diavolina o forse invertire l’ordine delle operazioni, spesso comunque il problema sta alla fonte, purtroppo ammetterlo, per loro, è impossibile. Mio padre, che in questo caso si rivela un tecnico di prim’ordine, suggerisce spesso: “Dac una pesciada e se’l va no, tral via” Visto che non si puo’ prendere a calci Splinder… rimane una sola opzione >:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *