Perchè scriviamo in rete?

Me lo chiedo sempre più spesso, soprattutto da quando comincio a vedere dei piccoli pazzi che me lo chiedono.
Pazzi, si si, ho scritto pazzi, folli, matti, fuori di testa. Perchè non sanno cosa potrebbero scatenare con un’analisi pseudo lucida del mio cervello e del mio superego.
Scrivo perchè….mi va. Mi serve. Mi calma.
Deliro perchè ho bisogno di esprimere ciò che con le parole verbalmente dette non saprei come spiegare, timidezza, pudore, mancanza di concentrazione, che cazzo ne so cosa mi blocca?
Scrivo per comunicare in codice qualcosa a chi legge, mica sono sempre in chiaro i miei post, alcuni racchiudono segreti di stato che nemmeno Echelon avrebbe mai decodificato.
Posto per non pensare alla realtà, e a volte proprio per pensarci più profondamente.
Per capire quali sono gli altri punti di vista, meno ingabbiati dai pregiudizi dei miei, meno implicati nello scorrere degli eventi. Mi piace scrivere.
Che mi venga bene poi è piuttosto discutibile.
Ma…scusate…voi….si voi….perchè mi leggete?

Written by:

Mamma, webmaster, grafica, drogata di motori e felide bastarda.

Be First to Comment

  1. Jon Spencer
    21 gennaio 2003
    Reply

    Potrei cominciare dicendoti “mammismo comune, mezzo gaudio”. Sono un po’ tutte così, che ci vuoi fare. “e dovresti impegnarti per qualcosa di utile, dovresti dare un senso alla vita….” e così via.
    Penso che il “non portare a termine” qualcosa non sia solo frutto di fallimenti, a volte bisogna ritornare sui propri passi e constatare che quello che abbiamo intrapreso non fa per noi o che soltanto si adeguava perfettamente ad un certo periodo della nostra vita. Poi si cresce, si cambia, ci si adegua o si intraprende qualcosa di nuovo.
    Anni fa feci una società con un tizio, ero caricato a mille ma poi l’incompatibilità con il socio (un benemerito deficiente) fece durare il tutto 5 mesi.
    Ho cambiato, intrapreso qualcosa di nuovo che porto avanti tra mille difficoltà ma con tanta fiducia. Se dura, si vedrà.
    Comunque sei contenta di quello che hai fatto e questo è quello che conta, io non lo sono del tutto ma lo affronto con il sorriso sulle labbra. Adesso sto bene, domani magari meglio e se non avessi fatto certi errori e certe scelte non sarei mai stato su questa strada che, per quanto poco, mi piace.
    Se tutto fosse andato a meraviglia non avrei mai avuto tempo di iscrivermi ad un certo forum. ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.