Stolen

Leggevo, due o tre giorni fa, del furto di rame a Robbio Lomellina, che ha lasciato circa duemila persone senza corrente.
Il mio compagno ha una cascina in quella zona, dove ovviamente lavorando non si va spessissimo, e proprio per questo motivo stiamo cercando di vendere.
Siamo stati lì oggi. In quello che è un posto a dir poco meraviglioso, un cortile enorme, ettari di campo, grandi stanze, dove si pensava di fare giusto giusto pasquetta, magari con una bella grigliata e io e Chiara a giocare al sole.
Siamo stati lì perchè qualcosa non andava.

“Mio figlio ha fame, non ho lavoro”
“Lo so, ti credo, ti capisco, posso aiutarti a trovare situazioni e organizzazioni che ti aiuteranno”
“No, per me è più facile rubare.”

Già. E’ la quarta volta.
Stavolta non hai lasciato intere nemmeno le porte.
Hai sfondato a calci gli ingressi, smurato gli stipiti.
Devastato la vecchia roulotte tenuta maniacalmente dove io, mia figlia e mia suocera ci facevamo la pennichella facendo finta di essere in campeggio.
Hai preso il microonde di mia mamma, lo hai divelto e smontato.
Hai aperto ogni scatola, ogni porta, ogni pertugio di tutta la casa.
Hai sfilato ogni cm di rame. Hai preso persino i cavi dal palo della tensione al contatore, e il contatore stesso. Mi spiace solo che non ci sei rimasto attaccato alla 380.
A me spiace per tuo figlio, perchè è un figlio di puttana se è figlio tuo.
Perchè sei una merda ad aver derubato persone oneste, che hanno lavorato anni per comprare quattro mura, e non le hanno ancora cominciate a mettere a posto.
Sei un bastardo, e no, io per te non ho più pietà, non tendo più la mano.

Ah, stronzo. A proposito.
A fianco della porta che hai divelto, mentre portavi via gli stivali e i pelouche di mia figlia, ne hai dimenticato uno, deve esserti caduto.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi